Zio Talpa nella fattoria degli animali – Un computer sempre in ordine

Una mattina zio Talpa sentì bussare alla sua porta molto presto. Era ancora in pigiama ma dall’altra parte bussavano insistentemente così si decise ad aprire la porta. Si trovò davanti Toro, con una faccia tra lo sconsolato e l’arrabbiato.

-Ciao zio Talpa, scusa se ti disturbo di prima mattina ma mi devi aiutare. Non riesco più a trovare niente sul mio computer eppure credo di aver fatto tutte le cose che ci hai spiegato: tengo sul Desktop le icone che mi interessano, le seleziono con il mouse, navigo su internet…-.

-OK Toro, non preoccuparti, entra e vediamo cosa si può fare- fu la risposta di zio Talpa.

Una volta che il computer portatile fu acceso e apparve l’immagine del Desktop tutto fu chiaro a zio Talpa.

-Vedi Toro- iniziò zio Talpa con il suo solito modo amichevole -quando vi ho spiegato di tenere sul Desktop le icone più importanti intendevo dire appunto quelle più importanti e non tutte quelle che stanno sul tuo computer. Il tuo Desktop è stracolmo di icone, ci credo che non trovi quella che ti serve al momento giusto. Vi avevo spiegato come fare a tenere il computer in ordine ma direi che dobbiamo fare una lezione extra per rinfrescarti la memoria-.

-Si infatti, direi che hai ragione. Ricordo che ci avevi detto come salvare i fili in altri contenitori ma proprio non sono stato capace.- concluse Toro.

-Fili? Contenitori? Bene, direi che forse stai parlando di File e Cartelle-.

-Certo, ed io che ho detto- rispose Toro un pò seccato.

-Allora, vediamo di fare un discorso semplice e che possa esserti di aiuto quando io non sarò con te. Quando scrivi un testo o navighi in internet alla ricerca di qualcosa o ancora quando usi il tuo foglio elettronico per fare i conti, sotto sotto hai a che fare con i file. I File sono gli oggetti che vivono all’interno del computer. Esistono tipi diversi di file, ci sono i documenti di testo, le immagini, i file audio, i file video solo per citare quelli più comuni. Ogni applicazione che utilizzi è in grado di gestire solo alcuni tipi di file. Puoi pensare ai file come fossero dei libri mentre le applicazioni possono essere degli esperti in una certa materia. Se dai un libro di latino ad un chimico difficilmente riuscirà a leggerlo; lo stesso vale per file e applicazioni, non puoi ad esempio ascoltare un file audio con un programma per disegnare.- zio Talpa fece una pausa per vedere se Toro era ancora attento, poi proseguì. -Quando finisci di lavorare con un file devi ricordarti di salvarlo in modo da ritrovare il lavoro fatto la prossima volta che tornerai ad utilizzarlo. Salvare un file, significa dire al computer di conservare quel particolare documento in un posto ben preciso, proprio come fai con un libro quando decidi di metterlo via, lo riponi in libreria magari nello scaffale dove tieni libri che parlano dello stesso argomento, mi segui?- chiese zio Talpa.

-Si certo, quindi i file li salvo sul desktop del mio computer- rispose Toro con sicurezza.

-Se fai in questo modo, è come se tenessi tutti i libri di casa tua sulla scrivania. Tutti i libri che hai in casa sono importanti allo stesso modo? Li stai leggendo tutti contemporaneamente?- chiese zio Talpa.

-Beh no, io li leggo uno alla volta, gli altri sono in libreria come hai detto tu.-

-Bene, perfetto. All’interno del computer la nostra libreria è rappresentata dalle Cartelle e il bello è che puoi crearne quante ne vuoi. Dipende solo da come vuoi organizzare lo spazio all’interno del tuo computer. Il modo più semplice per creare una cartella è quello di cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare la voce -Nuova-Cartella- dal menu che appare, a questo punto scegli il nome da dare alla tua nuova cartella e il gioco è fatto. Quando dovrai salvare un particolare file potrai conservarlo all’interno di una cartella creata in precedenza. Facciamo un esempio, in questo momento tu salvi tutti i tuoi file sul desktop e quindi giustamente fai fatica a trovare le cose. Proviamo a creare una cartella per le immagini, una per i documenti di lavoro e una per i file audio che ti piace ascoltare, a questo punto selezioniamo con il mouse un pò di file alla volta e li spostiamo all’interno delle nostre cartelle in base al tipo.-

Zio Talpa impiegò quasi dieci minuti per spostare tutto quello che Toro aveva salvato sul Desktop ma alla fine il lavoro fu completo.

-Ecco fatto. Non trovi che adesso il desktop sià più in ordine?- chiese zio Talpa sicuro della risposta.

-Certo, così è molto meglio- disse Toro molto soddisfatto.

Sul Desktop adesso c’erano solo le tre cartelle create da zio Talpa e poche altre icone di alcune applicazioni che Toro usava frequentemente.

-Naturalmente- aggiunse zio Talpa, -man mano che i tuoi file aumentano, se fosse utile, puoi creare nuove cartelle all’interno di quelle che abbiamo creato in modo da fare ulteriore ordine ad esempio…-

-Aspetta, vediamo se ho capito- disse Toro tutto eccitato. -potrei creare dentro la cartella di lavoro una cartella per i file delle spese e una cartella per i documenti più generali e potrei creare dentro la cartella dei file audio diverse cartelle dove salvare le canzoni in base al genere musicale o al nome dell’artista, dico bene?- chiese Toro tutto contento.

-Dici benissimo. Coraggio adesso torna a casa e continua a organizzare il tuo computer e ricorda che non basta farlo una volta, i libri vanno spolverati e la libreria va controllata e ingrandita, lo stesso vale per i file e le cartelle, ricorda che quando non ti servono più puoi anche decidere di cancellare un file o una cartella. Ti basta selezionarlo e premere il tasto CANC in alto a destra sulla tastiera-.

-Grazie zio Talpa, sapevo che mi avresti aiutato a risolvere il problema- e con queste parole Toro corse via felice e soddisfatto.

Zio Talpa si guardò intorno, chiuse la porta e andò finalmente a fare colazione.

Continua…

ziotalpa3