Una notte magica

IN UNA FREDDA GIORNATA D’INVERNO, GIACOMO SI SVEGLIA E, DOPO ESSERSI VESTITO, SI AFFACCIA ALLA FINESTRA E… WOW!! NEVICA! GIACOMO SI STUPISCE, COSÌ ESCE DI CORSA IN GIARDINO.

SUBITO GIOCA CON LA NEVE E DECIDE DI COSTRUIRE UN BEL PUPAZZO DI NEVE: PRIMA FA IL CORPO, POI FA UNA GROSSA PALLA PER FARE LA TESTA. “CI VUOLE UN BEL CAPPELLO ED UNA SCIARPA”.

GIACOMO VA A PRENDERLI. POI CON UN POMODORO FA IL NASO, AGGIUNGE GLI OCCHI CON DUE PEZZI DI CARBONE E CON TRE SASSOLINI FA I “BOTTONI” E INFINE GLI SEGNA LA BOCCA.

 “THE SNOWMAN È FINITO! È MERAVIGLIOSO!” PENSA.

GIACOMO RIENTRA IN CASA E SI PREPARA PER ANDARE A DORMIRE, MA NON RIESCE AD ADDORMENTARSI PERCHE’ CONTINUA A PENSARE A SNOWMAN.

COSÌ, ESCE E NOTA CHE IL SUO PUPAZZO DI NEVE SI È MOSSO.

“CIAO! COME TI CHIAMI? IO SONO SNOWMAN” DICE IL PUPAZZO DI NEVE. “PIACERE, IO MI CHIAMO GIACOMO”. “VIENI A GIOCARE IN CASA CON ME?” LO INVITA GIACOMO.

GIACOMO GLI FA VEDERE LA TELEVISIONE, LA TORCIA, IL CAMINO ACCESO E PERSINO IL FAMOSO QUADRO DI VAN GOGH.

GIOCANO TANTO INSIEME E IN CUCINA COMBINANO QUALCHE DISASTRO.

ENTRANO IN CAMERA DA LETTO …

“SILENZIO, CI SONO I MIEI GENITORI CHE STANNO DORMENDO!” SNOWMAN INDOSSA I VESTITI DEL PAPÀ. AH! AH! SEMBRI PROPRIO IL MIO PAPÀ!”.

PER TUTTA LA NOTTE CONTINUANO A GIOCARE INSIEME. PROVANO ANCHE A GUIDARE LA MACCHINA E FANNO LO SPUNTINO DI MEZZANOTTE.

ALLA FINE, SNOWMAN PRENDE GIACOMO PER MANO E… VOLANO NEL CIELO.

ESPLORANO LE BELLEZZE DEL PAESAGGIO E LE CITTÀ.

DOPO AVER VOLATO PER TUTTA LA NOTTE, RITORNANO A CASA.

“CIAO, CI VEDIAMO PRESTO, BUONANOTTE!”. LO SALUTA SNOWMAN.

GIACOMO SI METTE SUBITO A DORMIRE.  AL MATTINO SI SVEGLIA, SI PRECIPITA FUORI IN GIARDINO E… TROVA SNOWMAN SCIOLTO!

DI SNOWMAN È RIMASTO SOLO UN MUCCHIO DI NEVE.

GIACOMO PENSA “È STATA UNA NOTTE MAGICA, UNA NOTTE DA SOGNO!”

*****

I BAMBINI E LE MAESTRE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA DI PORTO D’ADDA (MB), AUGURANO A TUTTI BUONE FESTE!

Testo scritto dai bambini di prima della scuola di Porto d’Adda dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Cornate D’Adda (MB), insieme alle maestre Debora Schillaci e Mariella Parafioriti. 

Lo gnomo Galileo è il primo tra gli abitanti della Foresta Ombrosa e all'occorrenza ci aiuta a scrivere i Digi-Tales insieme ai bambini.