Reagire efficacemente allo stress si può!

Quante volte nella nostra quotidianità ci è capitato di dire: “Che stress!” Più o meno un numero indefinito di volte… Ma cos’è che ci porta a fare questa esclamazione? Sappiamo veramente di cosa si sta parlando? Come possiamo ristabilire il benessere?

Il significato del termine è per esattezza “sforzo” ma indica, al tempo stesso, tensione nervosa e affaticamento psicofisico. E’ la reazione del nostro organismo ad un determinato stimolo o situazione.

Quando siamo sopraffatti dallo stress entriamo in un circolo vizioso dal quale facciamo fatica ad uscire. La mente è così piena di pensieri che non ci permette di essere lucidi e perseguire i nostri obiettivi. Anzi, il nostro stress a volte viene ulteriormente incrementato da chi, vicino a noi, dispensa consigli su ciò che dobbiamo o non dobbiamo fare in quella determinata situazione.

Il tempo, poi, è tiranno. Lottiamo contro di lui per cercare di fare tutto, subito e in maniera ottimale dimenticandoci così di noi stessi, del nostro ben-essere che è la forza trainante dell’uomo.

Ovviamente le situazioni che generano stress sono molto diverse in ciascuno di noi e ognuno può reagire agli stimoli in maniera completamente differente.

Ci destabilizza lo stress, ci fa perdere quella situazione di equilibrio dove “ogni tassello è al suo posto” mettendoci a dura prova. Vorremmo solamente che smettesse al più presto di tormentarci così da poterci permettere di tornare alla normalità.

Spesso le nostre paure di essere giudicati, di non essere all’altezza del compito non ci permettono di essere obiettivi e, di conseguenza, di fermarci a pensare/riflettere razionalmente in modo da capire a che punto siamo, come stiamo e quindi di come potremmo agire in modo decisamente più proficuo.

La situazione di stress può dipendere da diversi motivi: personali e/o lavoro-correlati che inevitabilmente si influenzano reciprocamente.

In ambito educativo sono molteplici le circostanze che possono generare stress. Ne è un esempio, in questo periodo dell’anno, il momento dei nuovi ambientamenti al Nido e alla Scuola dell’Infanzia.

Il bambino entra nel servizio educativo insieme alla sua famiglia portando con sé atteggiamenti e abitudini che, per forza di cose, ne incontrano altri totalmente diversi e talvolta contrastanti.

Bisogna rispondere alle esigenze dei nuovi arrivati, provare a costruire sin dal momento dell’accoglienza un sentimento di reciproca fiducia cercando di mediare tra pratiche educative e bisogni emergenti in modo da tenere alti gli standard qualitativi.

Nel personale educativo nascono sentimenti divergenti: da una parte la voglia di rinnovarsi formando un nuovo gruppo di bambini, dall’altra la fatica e a tratti lo stress di mettersi costantemente in gioco e, talvolta in discussione di fronte a personalità molto diverse tra loro che ci chiedono inconsapevolmente un continuo ri-adattamento.

E’ difficile prendere consapevolezza del proprio stato di stress perché ce ne rendiamo conto solo nel momento in cui prende il sopravvento su di noi e sul nostro agire. Così facendo rischiamo di influenzare non solo chi ci sta accanto (colleghi e familiari) ma anche l’esito del nostro lavoro.

Reagire efficacemente allo stress si può!

Possiamo prenderne consapevolezza attraverso l’ascolto interiore dei propri bisogni in modo da riuscire ad interiorizzare delle pratiche che ne allontanino le cause e poter così riequilibrare la nostra mente.


Pillole Anti S.T.R.E.SS

Strategie e Tecniche per Reagire Efficacemente allo Stress

Un viaggio alla scoperta dello STRESS e dei suoi meccanismi che ti può aiutare a comprenderne l’origine, le reazioni e gli effetti negativi che si possono generare e che fornirà a ciascuno gli strumenti per riconoscerlo in tempo e scegliere la strada per gestirlo efficacemente.

Un corso di Chiara Batoni in collaborazione con Alessandra Formica


di Alessia Levetto
di Alessia Levetto

INSEGNANTE INFANZIA E AUTORE

LibroGiocando Officina Educativa rappresenta il punto d’incontro tra docenti, educatori, esperti di digitale e genitori. Un ambiente ideale in cui è possibile scambiare ed elaborare idee non stereotipate di fare educazione, avviare sperimentazioni metodologico-didattiche, trovare nuove formule per innovare e realizzare inediti percorsi formativi.